Chiamaci: 0354997267

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

MqC: la nuova unità di misura immobiliare che muove il mercato

Stampa

MqC al posto di Mq. Il “Metro quadro Confronto”, che sostituisce il tradizionale “Metro quadro”, è l’innovativa unità di misura ideata da Familyre per favorire un mercato più consapevole, superando il concetto stesso di prezzi di mercato (nella particolare accezione di prezzo medio) e promuovere criteri e processi di valutazione immobiliare uniformi, chiari e riproducibili nel tempo.

La stima di un immobile, quantificata al metro quadro, trascura infatti tutti gli elementi che concorrono a determinare il suo vero valore. Il MqC, invece, è un indice di confronto che permette di qualificare il mercato attraverso una valutazione organica di base dell’immobile. Per il 2013 si sono registrate 407.000 compravendite residenziali in meno che segnano un tonfo (ben oltre il -50%) rispetto ai numeri di sette anni prima, quando nel 2006 si era toccato il picco delle 870.000 transazioni.

Alle compravendite in progressiva riduzione, nonostante i prezzi in discesa, si aggiunge anche la stretta creditizia con la conseguenza che tanti immobili costruiti in un’ottica di facile e veloce collocazione sul mercato, ora non incontrano la richiesta e rimangono inutilizzati. A determinare il forte rallentamento del mercato immobiliare anche la distanza tra le aspettative dei venditori e la difficoltà di accesso al credito (i mutui per intenderci) da parte degli acquirenti.

Per favorire e ottimizzare l’incontro tra domanda ed offerta Familyre si è dotata di uno strumento, che, partendo da un metodo uniforme e dal calcolo dell’immobile, sia in grado non solo di valutarne la consistenza ma di qualificarne il mercato. Le caratteristiche che entrano in gioco nella valutazione di un bene immobile sono la tipologia, il mercato dove si colloca o andrà a collocarsi, la location (non solo rispetto alla città ma anche ad ogni singolo paese), senza tralasciare la classe energetica e le finiture.

Le zone più servite -ad esempio- , in base alla nostra esperienza hanno maggior valore, perché in questo momento di esubero di offerta il cliente può e vuole scegliere. Successivamente l’immobile viene misurato e inserito nel database di Familyre, che vanta cinquemila immobili, per la comparazione e grazie al continuo incrocio delle informazioni è possibile ricavare una “forchetta” di prodotti paragonabili tra di loro, garantendo un metro di valutazione. E’ sintomatico il dato che dall’introduzione del sistema MqC gli immobili qualificati hanno nel 70% dei casi incontrato la richiesta e sono stati venduti. Le perizie dei mutui hanno sempre confermato la capienza di valore, facilitando l’ottenimento del mutuo stesso”.

Per gli immobili visionati viene rilasciata una tabella comparativa delle consistenze che permette, in base alle richieste dei proprietari, di calcolare il prezzo Mq di Confronto e di orientare l’eventuale proposta di offerta. Per gli immobili d’interesse viene rilasciato un prospetto dettagliato delle spese che si sosteranno per l’acquisto per verifi care il costo totale dell’operazione. I servizi offerti hanno un prezzo fisso, senza nessuna provvigione, e sono slegati da un’eventuale trattativa immobiliare. Il valore dell’immobile rimane legato alle dinamiche di domanda e offerta, ma è fondamentale avere un dato certo e paragonabile al quale, poi, viene applicato un coefficiente commerciale.

Gianluca Novati

Lascia un tuo commento